Le responsabilità del Data Protection Officer.

Il Data Protection Officer è una figura di garanzia che opera in autonomia e non riceve dal Titolare o dal Responsabile che lo ha designato alcuna istruzione per quanto riguarda la protezione dei dati personali.

È tenuto al segreto o alla riservatezza in merito all’adempimento dei propri compiti e, nel loro svolgimento, si interfaccia con il Titolare e/o il Responsabile, con gli interessati, con i dipendenti dell’organizzazione e con l’Autorità Garante.

È importante chiarire che dal ruolo di controllo assegnato al DPO in merito al rispetto del Regolamento non deriva una sua responsabilità personale nel caso in cui sia riscontrata un’inosservanza o una violazione del Regolamento a carico della organizzazione in cui il DPO opera. È infatti il Titolare ad avere la responsabilità di adottare le misure tecniche e organizzative adeguate per garantire, ed essere in grado di dimostrare, che il trattamento è effettuato conformemente alla legge.

Il DPO informa e fornisce consulenza al Titolare o al Responsabile, vigilando sull’applicazione delle norme e delle relative politiche aziendali, collaborando ad eventuali attività di audit, svolgendo attività di formazione, supportando l’organizzazione con informazioni e consigli mirati e fornendo, se richiesto, pareri in merito alla valutazione d’impatto sulla protezione dei dati. Riceve, inoltre, la collaborazione delle funzioni organizzative che sono coinvolte a pieno titolo nel tema della protezione dei dati personali.

Gli interessati possono contattare il DPO per tutte le questioni relative al trattamento dei loro dati personali e all’esercizio dei loro diritti. Essi possono essere sia esterni all’organizzazione (clienti o associati) sia interni alla stessa (dipendenti): i dati di contatto del DPO sono perciò riportati nelle Informative cartacee e/o elettroniche (sito web).

Per quanto riguarda l’interazione con dipendenti e collaboratori del Titolare o del Responsabile, il DPO vigila sull’osservanza della norma in merito all’attribuzione dei ruoli e delle responsabilità all’interno dell’organizzazione, della formazione del personale che partecipa ai trattamenti e delle connesse attività di controllo.

È inoltre compito del DPO cooperare e fungere da punto di contatto per l’Autorità per le questioni connesse al trattamento, per rispondere a eventuali richieste del Garante o per effettuare, se del caso, opportune consultazioni relativamente a qualunque altra questione, come nel caso in cui si renda necessaria una consultazione preventiva in conseguenza del risultato della valutazione d’impatto preliminare.

 

Per approfondimenti si rimanda al libro “Conoscere e implementare la Privacy”.

Il libro può essere ordinato in formato cartaceo al link http://www.youcanprint.it/fiction/business-ed-economia-generale/conoscere-e-implementare-la-privacy-9788892665354.html.

In formato e-pub è disponibile al link www.amazon.it/dp/B071X2V3HR

La prima parte del libro in formato pdf può essere invece richiesta direttamente a: www.privacyinchiaro.it/conoscere-implementare-la-privacy/

 

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.